ELETTRIVORI: APERTURA DEL PORTALE CSEA PER LA DICHIARAZIONE 2024

ELETTRIVORI: APERTURA DEL PORTALE CSEA PER LA DICHIARAZIONE 2024

Nuove regole e apertura limitata fino al 22 dicembre


Pesaro, 04/12/2023

 

In attesa delle modalità operative per l’attuazione delle disposizioni del D.L. n. 131 del 29/09/2023, venerdì 1 dicembre è stato aperto il portale per le Dichiarazioni Elettrivori 2024. A differenza degli scorsi anni, il portale resterà attivo per un periodo limitato, ovvero fino al 22/12/2023; inoltre, a febbraio sarà prevista sessione suppletiva di apertura del portale CSEA, con possibilità di accedere retroattivamente alle agevolazioni dal 1 gennaio.

 

Con la riforma del meccanismo agevolativo, possono accedere alle agevolazioni le imprese che, nell’anno precedente alla presentazione dell’istanza hanno realizzato un consumo annuo di energia elettrica non inferiore a 1 GWh e che rispettano almeno uno dei seguenti requisiti:

·       operano in uno dei settori ad alto rischio di rilocalizzazione di cui all’allegato 1 alla comunicazione della Commissione Europea 2022/C 80/01 (in allegato);

·       operano in uno dei settori a rischio di rilocalizzazione di cui all’allegato 1 alla comunicazione della Commissione Europea 2022/C 80/01;

·       pur non operando in alcuno dei settori di cui alle lettere a) e b), hanno beneficiato, nell’anno 2022 ovvero nell’anno 2023, delle agevolazioni Elettrivori.

 

In base alla classe di agevolazione che sarà assegnata, le imprese saranno tenute a contribuire al sostegno delle energie rinnovabili, nella misura del minor valore di percentuale della componente di bolletta Asos e percentuale del Valore Aggiunto Lordo (VAL).

 

Altresì, le imprese che accedono alle agevolazioni saranno tenute ad adottare almeno una delle seguenti misure:

·       attuare le raccomandazioni di cui al rapporto di diagnosi energetica, qualora il tempo di ammortamento degli investimenti a tal fine necessari non superi i tre anni e il relativo costo non ecceda l’importo dell’agevolazione percepita;

·       ridurre l’impronta di carbonio del consumo di energia elettrica fino a coprire almeno il 30% del proprio fabbisogno da fonti che non emettono carbonio;

·       investire una quota pari almeno al 50% dell’importo dell’agevolazione in progetti che comportano riduzioni sostanziali delle emissioni di gas a effetto serra.

 

Il nuovo meccanismo offre la possibilità di accesso alle agevolazioni a nuovi soggetti, che precedentemente non possedevano i requisiti di impresa Elettrivora, in quanto soppressa la soglia minima di intensità elettrica sul fatturato e sul VAL; ma, le imprese che presentano la Dichiarazione Elettrivori 2024 dovranno già essere titolari di diagnosi energetica.

 

Inoltre, alle aziende la cui attività non rientra nei nuovi elenchi e che hanno percepito finora l’agevolazione in ragione della clausola “grandfathering”, sarà precluso l’accesso all’agevolazione dall’annualità 2024.

 

Per ulteriori approfondimenti invitiamo a contattare i nostri uffici al numero di telefono 0721 383 383.



Documenti:

 
Allegato_1_CE_080_01
 


RICERCA

Confindustria Energia Adriatica Soc. Cons. a r.l.
Contatti



 

© 2024. «Confindustria energia adriatica». Privacy e Cookie Law Powered by SimpleUni